Direttore Alessio Di Mauro
Condirettore Egidio Bandini
Direttore Responsabile Luciano Lucarini

Resistenza a 90°

di RiPar

Una volta a minacciare d’andarsene in esilio a Parigi se Berlusconi fosse andato al governo erano gli intellos della rive gauche. Poi in esilio, se il Cavaliere le elezioni le vinceva, naturalmente non andavano. Il loro esilio era la villeggiatura di qualche mese nella seconda casa parigina con vista sulla torre Eiffel, da cui farsi intervistare per denunciare l’avvento in Italia del fascismo.
Noi ce ne lamentavamo dello snobismo degli Eco, dei Tabucchi, dei Siciliano, ce ne lamentavamo e non avremmo dovuto. Antonio Tabucchi, dopotutto ha scritto Sostiene Pereira, Eco il Nome della Rosa, Siciliano non era proprio un coglione.
Valentina Nappi è invece una pornostar che ha un blog sulla rivista Micromega da cui, intervenendo sullo scibile umano, esprime concetti di questo tenore: “Non si tratta di essere antifascisti in assenza di fascismo, bensì di essere radicalmente antifascisti in presenza del concreto rischio di derive fasciste”. Oppure, a proposito di ciò che è rivoluzionario “È rivoluzionario abbattere i valori piccolo-borghesi. Quindi l’economia rivoluzionaria è quella che annienta la piccola borghesia”.
Sono tautologie ma Valentina Nappi ha un bel culo. E con quello può dire quello che vuole. Tuttavia la percezione che Valentina ha di sé è quella di un’intellettuale con una coscienza politica: “Se dovesse vincere Salvini in Italia – ci fa sapere – sono pronta a tornare subito in America. Scappo”. Ci risiamo dunque. Solo che la nuova frontiera dell’esilio è l’America. Lì fa sapere la Nappi il porno tira ancora e due natiche come le sue – garantisce l’artista – negli Usa sono considerate un’abilità.
Intanto la resistenza di Valentina Nappi al leghismo avanzante si traduce in azioni dirette. È superato il tempo degli appelli, delle denunce pubbliche, dei girotondi.
Eco che se la prende con la falsa democrazia della rete che dà diritto di parola agli imbecilli è paleolitico.
Per battere il leghismo – rivela a un quotidiano Nappi – lei ha fatto sesso con un clandestino, roba forte. Come il suo pensiero sull’immigrazione: “Come fai a fermare il vento, non ha nessun senso bloccare le frontiere. Tutti gli esseri umani dovrebbero muoversi come vogliono, senza confini”.

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *