Direttore Alessio Di Mauro
Condirettore Egidio Bandini
Direttore Responsabile Luciano Lucarini

Ferie d’Agosto

di Alessio Di Mauro

Nel nostro Paese non c’era bisogno di aspettare agosto per assistere alla “vacanza” della politica. Analizzando l’etimologia del termine scopriamo che questa parola magica deriva dal latino “vacantia”: plurale di “vacans”, participio presente di “vacare”, che sta per “essere vuoto”, “privo di titolare”. Insomma, confortati anche dalla lingua dei padri, possiamo asserire con tutta tranquillità che i nostri inquilini del Palazzo sono in vacanza permanente. Un logorio stressante dal quale ad agosto è doveroso affrancarsi con un bel mesetto di ferie, magari da inserire a pie’ di lista nei rimborsi elettorali. Così, come ogni anno di questi tempi, a Montecitorio fervono i preparativi e la nostra redazione è riuscita a ficcare candidamente il naso nei programmi agostani di alcuni tra i politici più in vista. Ve li proponiamo in esclusiva in questo “speciale estate”, augurandovi buone vacanze e dandovi appuntamento alla fine di settembre.

Matteo Renzi Secondo le nostre fonti di Palazzo Chigi il premier avrebbe organizzato una vacanza/lavoro assolutamente in linea con le proprie leggendarie caratteristiche di velocità. In pratica si tratterebbe di una specie di supersonico Interrail che non porta da nessuna parte e non prevede soste, ma solo selfies da scattare al volo. L’unico obiettivo dichiarato è riuscire a superare i limiti di spazio e di tempo che ostacolano le esigenze di passerella del nostro presidente. Qualcuno sostiene che il futuribile tour sarebbe già partito e subito hanno iniziato a circolare le prime voci incontrollate: c’è chi giura che il premier avrebbe twittato uno scatto in cui posa contemporaneamente con Nibali e le tenniste vincenti di Wimbledon. Sullo sfondo, sia il relitto della Concordia che la nuova jeep di Elkann e Marchionne. Miracoli della velocità.

Silvio Berlusconi Pare che prima della sentenza Ruby avesse pianificato un viaggio ad Antigua con biglietti di sola andata. Dopo il pronunciamento della corte d’appello il leader di Fi ha repentinamente deciso di cambiare meta optando per Villa Certosa in Sardegna. In valigia sarebbero stati aggiunti un completo da infermiera, uno da poliziotta e la maschera piangente della Boccassini. Allertati la Minetti, Lele Mora e Tarantini. La Pascale, invece, sembra sia stata gentilmente invitata a restare in quel di Arcore a giocare con Dudù.
Maria Elena Boschi Ha chiuso nella credenza la malinconica tazza per il latte e, su suggerimento della Clerici, s’è precipitata in un villaggio turistico marocchino pieno zeppo di animatori disponibili. Pare che ne avesse anche trovato uno pronto a seguirla nel nostro Paese, ma poco prima della partenza lo staff del villaggio avrebbe scoperto che la Boschi è una nota esponente del Pd. Immediata la reazione dei colleghi del giovane che lo avrebbero dissuaso con una validissima argomentazione: “Lasciala perdere, dai retta. Non è affatto un buon partito” . Angelino Alfano Sognava un viaggio in grande stile, sul ponte di comando, verso mete inesplorate finalmente lontane dalla solita rotta di Arcore. Poi il brusco risveglio e quella brutta sensazione di dover tornare a Canossa anche stavolta. In ginocchio, come sempre, e col cappello in mano.

Pina Picierno Si appresta a partire con il 90 barrato alla volta dell’Idroscalo di Ostia, armata di termos con acqua corrente e cibi in scatola del discount. Tra le attrattive: visita ai luoghi della periferia pasoliniana e slalom in kayak tra i rifiuti alla foce del Tevere. Motivo del viaggio? Dimostrare che con 80 euro non solo si riesce a fare spesa per una settimana, ma ci scappa persino una vacanza.
Ilda Boccassini è stata avvistata nella zona dei Castelli Romani. Fissava intensamente il vuoto affacciata dal famosissimo ponte di Ariccia.

No Comments Yet.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *