Direttore Alessio Di Mauro
Condirettore Egidio Bandini
Direttore Responsabile Luciano Lucarini

Investimenti

di Alessio Di Mauro

Qualcuno tra voi, soprattutto coloro che vantano origini meridionali, ricorderà quei tempi in cui le mamme mettevano da parte il cosidetto “corredo” per le fanciulle di casa. Si trattava di una dote preziosa, fatta di biancheria, lenzuola, centrini – spesso amorevolmente ricamati dalle sapienti mani delle nonne – e tutto ciò che in futuro sarebbe ...

Dopo mesi di apprensione per l’inarrestabile ondata di migranti in entrata, finalmente fonti istituzionali divulgano una notizia positiva che riguarda Milano: i rom arrivati nel capoluogo lombardo saranno accolti alla Centrale. Poi si scopre che è la Stazione e non la centrale di polizia, e l’entusiasmo si spegne.

Un esodato al Quirinale

di Francesco Borgonovo

Matteo Renzi ha utilizzato un volo di Stato per arrivare negli Stati Uniti e assistere alla finale degli US Open. Se la giocavano la Pennetta e la Vinci, dunque la vittoria italiana era sicura. Per recarsi lì, il nostro amato premier ha tirato il pacco alla Fiera del Levante e a un gruppo di lavoratori veronesi. ...

L’XFactor per migranti

di Giovanni Vasso

Entrare in Europa non è stato facile, rimanere in Germania sarà un’impresa. I migranti, infatti, dovranno dimostrare di avere, a differenza di Angelino Alfano, quel quid in più, un qualche talento da sviluppare, un po’ di risparmi da trasferire. Insomma, per restare a Berlino, i profughi dovranno dimostrare di avere l’X Factor. I giudici saranno buoni ...

Il valore dell’accoglienza

di Alessio Di Mauro

Inutile girarci attorno: sul tema dei migranti questo foglio  ha sempre espresso posizioni sfacciatamente razziste. Già da molto prima che il problema diventasse l’emergenza che abbiamo sotto gli occhi, noi ruvidi esponenti del “male assoluto” approcciavamo la questione con orrende argomentazioni del tipo “aiutiamoli a casa loro”: per anni ­– ovviamente tra una spedizione punitiva ...

Renzi arruola Carlo Cracco

di Francesco Borgonovo

Giustamente, l’Italia è stata multata dalla Corte di Strasburgo per avertrattato male tre clandestini sbarcati nel 2011 a Lampedusa. Dovremo dare loro diecimila euro a testa. Ci meritiamo, questa punizione. Ci comportiamo come quegli albergatori che, non avendo più stanze disponibili, pur di avere un paio di clienti in più li sbattono in qualche dependance, ...

Rottamazione maoista

di RiPar

“La rivoluzione non è un pranzo di gala” ha detto Matteo Renzi, citando Mao Tse Tung, a chi lo intervistava sul Corriere della Sera. Renzi si sa è un poco mitomane: non solo crede che quello che sta facendo sia una rivoluzione ma ritiene che tra lui e Mao Tse Tung in fondo non ci siano ...

La lupa zebrata

di Giovanni Vasso

Stefano Esposito è talmente bianconero da sfidare pure l’ipersensibilità delle ultime mohicane femministe che stanno di casa nel Pd. Quando la Juve le buscò in finale dal Barcellona, a Orfini che lo sfotteva replicò attaccando i voyeur che si eccitano a veder le loro donne possedute da altri paragonando questi a tutti gli antijuventini d’Italia.  ...

Ridate il rossetto a Ladylike

di Francesco Borgonovo

Vorremmo tributare ad Alessandra Moretti il meritato onore. Divenuta nota al grande pubblico come portavoce di Bersani, disse che il suo Pier, da giovane era «bello come Cary Grant». E spiegò che invece Matteo Renzi era un giovincello troppo arrogante, una specie di piccolo Berlusconi. Poi Bersani cadde in disgrazia e la Moretti lo abbandonò al ...

Ormai è ufficiale: i greci sono intenzionati ad accusare l’ex ministro Varoufakis di tradimento. Noi italiani, dopo tre governi non transitati da regolari elezioni, ci teniamo zitti e buoni Matteo Renzi. Eppoi qualcuno fa lo scettico quando si dice che l’Italia non è la Grecia. E no che non lo è. Ci pare piuttosto evidente

Spiaggiati

di Ottavio Cappellani

Tutti in Sicilia quest’estate. Tutti nell’isola alla moda dove il diabete te lo cura il chirurgo estetico ciucciandoti gli inestetismi della panza. Tutti nell’isola dove lo sbiancamento anale è più gettonato di quello dentale. Già avvistato Renzi con il suo gommoncino, in bermudino, canotta a righe, cappello da capitano, prode ritto a prua mentre scruta ...

Marxismo rivisitato

di Alessio Di Mauro

Dev’essere stato il caldo. Questo stramaledetto Flegetonte che ti soffia quaranta gradi addosso e ti impedisce di scrivere, di disegnare e persino di dormire. Sta di fatto che qualche settimana fa, al culmine della canicola redazionale, abbiamo avuto un’allucinazione collettiva a sfondo religioso degna di Fantozzi. Ve lo ricordate il ragionier Ugo quando in coppia ...

Brutta ciao! Riecco “l’Unità”

di Federico Zamboni

Un caso di omonimia, in pratica. Il nome è lo stesso, tutto il resto no. Tipo certe linee di discendenza: l’ultimo rampollo si chiama tale e quale all’Avo Glorioso, ma in realtà non è mica lui. Per niente. Fate conto un tizio che si presenti, orgogliosamente, come il signor Robin Hood, ma che in effetti lavori ...

La certezza dell’ometto

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori, in questo periodo di incertezze, dubbi, timori per il futuro nostro e dell’Europa (se qualcuno, poi, ci spiegasse una volta per tutte cosa significa…) il vostro ometto ha un’incrollabile certezza, proprio riguardo il tema più scottante di questi ultimi giorni: la Grecia. Sì, perché, anche se al momento di scrivere questo articolo non si ...

Un’ondata di caldo africano sta soffocando da settimane mezza Italia. Salvini e la Meloni sono sul piede di guerra. è del tutto evidente infatti che – dopo i trentacinque euro al giorno – siamo di fronte all’ennesimo inaccettabile provvedimento per far sentire gli immigrati a casa loro.

Le maschere di Pontassieve

di RiPar

Matteo Renzi ha vinto anche il referendum greco, quello dove ha trionfato il “no”, poi ha vinto anche il negoziato tra la Grecia e i suoi creditori: alla fine del vertice Ue ha detto che ha dovuto alzare la voce un paio di volte ma così si è evitata la Grexit. Poi ha fatto sapere ...

La rivoluzione “Possibile”

di Ottavio Cappellani

FASSINA: Caro Compagno Civati, o meglio C.C.C., che hai fondato il movimento Possibile, non ti dispiacerà se ti chiamo dunque C.C.C.P. Dobbiamo passare alla clandestinità quest’estate, e quindi prepararci alla Rivoluzione d’Ottobre. CIVATI: Che dobbiamo fare quest’estate? FASSINA: La clandestinità. CIVATI: Senti Fassina, capisco il tuo entusiasmo, ma d’estate fa caldo. FASSINA: Ma dobbiamo organizzare le truppe. CIVATI: E ma ...

Il caudillo fiorentino ripara ad Herat

di Francesco Borgonovo

Il giorno dopo il voto per le Regionali, Matteo Renzi si è presentato davanti ai militari italiani a Herat e ha detto: “Vi chiedo di restare  qui ancora qualche mese”. In verità, la richiesta non era rivolta ai soldati: il premier stava parlando di se stesso. Lui, infatti, sarebbe rimasto volentieri in Afghanistan piuttosto che ...

In Italia arriva la scabbia. E il governo “si gratta”

di Alessio Di Mauro

Dai e dai – a forza d’insistere con il buonismo e con la pelosa retorica dell’accoglienza – siamo arrivati a un passo dal tracollo: assediati dai migranti e in piena emergenza sanitaria. Ma in tutto ciò, quello che risulta più inquietante è l’atteggiamento del governo: nel cuore del nostro Paese tornano malattie come la scabbia, ...

I club dei cretini dimenticati da Umberto Eco

di Ottavio Cappellani

Umberto Eco ha sostenuto che una volta i cretini si trovavano soltanto al bar, e che era facile evitarli. A noi del Nuovo Candido è sembrato che geolocalizzare il cretino soltanto all’interno dei bar sia una tesi debole. Il candidato Eco approfondisca dunque gli ulteriori luoghi dove è frequente incontrare cretini. GOVERNO Prenda il candidato Eco la proposta di ...

Dopo Mameli, Renzi normalizza pure Dante

di Giovanni Vasso

L'indefessa Ue, che pensa come al solito al bene dell’Europa, bacchetterà l’Italia. L’ha scoperto – durante il suo turno di lavoro tra i banchi di Strasburgo – la signora Mogherini. Lady Pesc (astrusa sigla che significa Servizi europei di pulizia in camera). Nonostante i proclami e l’inno nazionale all’Expo che scaccia la morte dichiarandoci tutti sorridenti ...

Resistenza a 90°

di RiPar

Una volta a minacciare d’andarsene in esilio a Parigi se Berlusconi fosse andato al governo erano gli intellos della rive gauche. Poi in esilio, se il Cavaliere le elezioni le vinceva, naturalmente non andavano. Il loro esilio era la villeggiatura di qualche mese nella seconda casa parigina con vista sulla torre Eiffel, da cui farsi ...

Autorottamazione

di Alessio Di Mauro

Chissà se prima o poi la compagnia dei gufi in servizio permanente effettivo, composta prevalentemente da grillini, leghisti e minoranza dem, si deciderà a tributare a Matteo Renzi tutto il riconoscimento che merita. Chissà se una volta esaurita l’euforia (e anche l’ultima goccia di champagne) per le rispettive affermazioni elettorali, lor signori si degneranno di ...

Il caudillo fiorentino ripara ad Herat

di Francesco Borgonovo

Il giorno dopo il voto per le Regionali, Matteo Renzi si è presentato davanti ai militari italiani a Herat e ha detto: “Vi chiedo di restare  qui ancora qualche mese”. In verità, la richiesta non era rivolta ai soldati: il premier stava parlando di se stesso. Lui, infatti, sarebbe rimasto volentieri in Afghanistan piuttosto che ...

Cavalcare la “gatta moscia”

di Alessio Di Mauro

Cari amici, destrorsi immaginari, bisogna che ce ne facciamo una ragione: di fronte all’abisso buio nel quale stiamo precipitando - sotto la spinta della minaccia islamista agevolata dalla crisi d’identità che indebolisce tutto l’Occidente -  non ci resta che rassegnarci a “cavalcare la Boldrini”. Ebbene sì, i tempi cambiano. E se il barone Julius Evola ...

Il coniglio nel cappello dell’opposizione

di RiPar

Dicono – i suoi – che Silvio Berlusconi è ritornato. Che adesso Renzi avrà del filo da torcere, perché quando si muove il Cavaliere contro qualcuno sono dolori, dicono che il centrodestra sta per risorgere. Risolta la grana di Cesano Boscone insomma, e in attesa del pronunciamento della corte europea che potrebbe restituirgli il diritto a ...

Migranti: arriva l’accoglienza forzata

di Francesco Borgonovo

Grandi notizie sul fronte dell’immigrazione dopo il vertice di Bruxelles, tanto atteso. Finalmente gli alti papaveri europei hanno tenuto conto delle importantissime indicazioni del presidente (o della presidente? O della presidentessa? Boh) Laura Boldrini, della Fondazione Migrantes sponsorizzata dalla Cei e dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati, la cui portavoce Carlotta Sami è il clone ...

Un turco napoletano

di Alessio Di Mauro

Per la gioia di Nanni Moretti, di Cuperlo, Civati e del povero Bersani, finalmente “una cosa di sinistra”. Dopo aver provveduto alla rottamazione sistematica del residuato progressista nel Pd - trasformando il partito degli eredi di Togliatti in una sorta di forza tatcheriana che piace tanto all’alta finanza, al Cav e persino alla Merkel - ...

Prendi questa mano… donna rom

di Francesco Borgonovo

Sembra che non possiamo più chiamarli “zingari”. Pare addirittura che Matteo Salvini sia stato bandito da Facebook per 24 ore dopo aver usato in ben due post la maledetta parola incriminata. Certo, sottometterci al politicamente corretto non ci piace, anzi ci disgusta. Il pensiero dominante ci ripugna, e solo per fare i bastian contrari saremmo disposti ...

Tutte le imprese che lavoreranno per Expo

di Simone Morano

A vigilare sulla sicurezza dell’Expo sarà la All System, cioè la società a cui è stata affidata la sorveglianza del Tribunale di Milano, dove qualche giorno fa si è verificata la clamorosa tragedia di cui hanno parlato tutti (la causa persa da Emilio Fede contro Mediaset). La notizia di questa curiosa coincidenza è stata riportata dai ...

L’ultimo dispaccio della casta Gender

di Giovanni Vasso

In risalita da un’immersione - con le pinne e gli occhiali - negli abissi del web, abbiamo intercettato l’ultimo ordine di servizio del Gran Consiglio del Dieci Gender. Alla divisione TwitterPanzer, brigata Spam-truppen, compagnia pop-rockettara, plotone hipster. Il familista traditore Domenico Dolce, insieme al suo degno compare Domenico VoltaGabbana, è stato annientato. Lotteremo fino a che non ...

Finalmente un’idea utile per provare a risolvere la spinosa questione dell’immigrazione selvaggia nel nostro Paese: dice Francesca Danese, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma, che gli immigrati richiedenti asilo faranno le hostess assistendo i turisti al Giubileo. Nel frattempo, gli italiani continueranno a fare da hostess per gli immigrati.

La spintarella “cambia verso”

di Alessio Di Mauro

Niente paura: dopo aver spezzato le reni alla nomenklatura della Prima Repubblica (non è un caso infatti che oggi al vertice delle nostre istituzioni sieda finalmente un giovanotto di primo pelo come Sergio Mattarella, notoriamente estraneo a quella famigerata stagione politica) il Rottamatore gigliato tira dritto dichiarando guerra a un altro dei nemici storici della ...

A Long Beach, in California, L’American Astronomical Society ha presentato una sensazionale scoperta: attorno ai milioni e milioni di stelle presenti nella Via Lattea esistono ben diciassette miliardi di pianeti simili alla Terra. Lo stesso autorevole istituto fa sapere che in nessuno di questi farebbero ministro la Madia.

L’ultimo dispaccio della casta Gender

di Giovanni Vasso

In risalita da un’immersione - con le pinne e gli occhiali - negli abissi del web, abbiamo intercettato l’ultimo ordine di servizio del Gran Consiglio del Dieci Gender. Alla divisione TwitterPanzer, brigata Spam-truppen, compagnia pop-rockettara, plotone hipster. Il familista traditore Domenico Dolce, insieme al suo degno compare Domenico VoltaGabbana, è stato annientato. Lotteremo fino a che non ...

Il vero obiettivo del “Nazareno”

di Alessio Di Mauro

Adesso è tutto chiaro. Dopo mesi di congetture sul mistero che aleggiava attorno al patto del Nazareno è finalmente emerso il contenuto inconfessabile di quell’accordo segreto tra Matteo Renzi e il Cav affetti entrambi da una forma particolarmente acuta di cesarismo incipiente – patologia che provoca violente reazioni allergiche a qualsiasi forma di collegialità o ...

L’Isis copia il Pd

di Francesco Borgonovo

Ormai il Califfato di Siria e Iraq è senza freni. In uno degli ultimi video ha dichiarato che attaccherà Parigi, poi farà esplodere la Tour Eiffel, quindi si concentrerà sul Big Ben, facendolo saltare e infine si dedicherà alla Casa Bianca, distruggendo pure quella. Ovviamente, finita la serie di attentati dinamitardi, si dedicherà a Roma. Gli uomini ...

L’ometto e Giovannino

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori, viste le ultime imprese dell’italico Governo, il vostro ometto prende a prestito un inedito di Giovannino, scritto la bellezza di cinquant’anni fa nella “brutta” della risposta ad un lettore: «M’hanno inviato uno studio sulle possibili combinazioni elettorali e l’ho trovato incompleto. Manca, infatti, la combinazione Dc + Pci. Combinazione che, totalizzando 426 seggi, ...

Sobrietà a oltranza

di Alessio Di Mauro

Da quando Mattarella s’è insediato al Quirinale tutto il Paese si tinge di grigio. Grigio come il colore della sua sobria Panda presidenziale. Grigio come la sua capigliatura, monumentale e sobria pura quella. Grigio, infine, come le famose 50 sfumature che magari sobrie lo sono un po’ meno, ma per la connotazione sadomasochista che si ...

Renzi alle prese coi Landinosauri

di Ottavio Cappellani

Anche noi di Candido volevamo essere un po’ Leopoldi, e per essere Leopoldi, si sa, ci vuole un tavolo, così abbiamo prenotato un tavolo al bar della stazione ferroviaria di Brisighella, e abbiamo convocato Matteo Renzi e Maurizio Landini per un confronto sul futuro della sinistra. RENZI: Sul futuro della? CANDIDO: Sinistra. RENZI SCOPPIA A RIDERE. RENZI: No, no, ...

La spending review dell’ometto

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori, ebbene sì, ormai la “spending review”, motto immarcescibile – assieme all’austerità – della Troika di Angela Merkel e per la prima volta sbarcato in Italia all’epoca del governo di Mario “rigor Montis” ha scavalcato il Tevere e anche lo Stato della Città del Vaticano si appresta a tagliare, con sforbiciate gagliarde, le spese ...

Si scopre che il ventisettenne londinese Mohamed Emwazi (più noto come Jihadi John) - feroce tagliagole dello Stato islamico di cui un giornale americano ha finalmente svelato l’identità - qualche anno fa, precisamente nel 2010, aveva manifestato l’intenzione di suicidarsi. Qualcosa ci dice che forse dovremmo accontentarlo al più presto e scusarci pure per il ritardo.

La retromarcia del rottamatore

di Alessio Di Mauro

Non sappiamo ancora se Tsipras si sia avveduto dell’accecante abbaglio cui è andato incontro quando, a poche ore dalla sua elezione, dichiarò che la propria azione di governo si sarebbe ispirata a quella del (sedicente) rottamatore italiano Matteo Renzi. “Insieme ‘cambieremo verso’ all’Europa”, riuscì a dire il neo-premier greco restando serio, mentre noi passavamo dall’incredulità ...

Tsipras: la sinistra italica delocalizza la vittoria

di Francesco Borgonovo

Alexis Tsipras ha vinto a man bassa le elezioni in Grecia. I più felici di tutti per il risultato sono stati gli esponenti della sinistra italiana, che per riuscire a vincere qualcosa sono stati costretti a delocalizzare. Qui, infatti, non hanno mai vinto un tubo: le uniche volte che sono riusciti a scucire un presidente ...

Proiettati nel passato

di Simone Morano

Sergio Mattarella sarà il presidente dello svecchiamento, e lo ha dimostrato già nei primi giorni. Per quanto sia rimasto un po’ stupito dall’assenza di Benigno Zaccagnini in Parlamento (“Come? Dite che non poteva venire?”), ha dato molti segni di come sia proiettato verso il cambiamento: per esempio, ha già sostituito la Panda con cui era ...

Modesta proposta per evitare che i barconi di immigrati continuino a mettersi in viaggio verso le nostre coste: niente incivili respingimenti in mare, niente speronamenti. Saremmo persino favorevoli a riattivare il tanto chiacchierato “Mare Nostrum” - così da fare bella figura nei salotti buoni della sinistra - a patto che le navi siano affidate a ...

Il Cavallo di Troika

di Alessio Di Mauro

La leggenda ellenica della mitologia di Tsipras narra che agli albori dell’anno Domini 2015 le truppe ateniesi si ritrovarono finalmente nelle condizioni necessarie per sferrare l’attacco decisivo al fortino, assediato da anni ma inespugnabile, dei nemici di sempre: i potentissimi custodi della città di Troika, capitale del regno dell’austerity, sul cui trono sedeva incontrastata la perfida Angela. Per un ...

Fioccano le ipotesi complottiste sul blog di Grillo. Qualcuno arriva persino a ipotizzare che il gendarme rimasto ucciso sia in realtà un attore reclutato dai Servizi Segreti. Anche Aldo Giannuli, l’esperto di intelligence vicino al M5S, intravede qualche “manina” non islamica. Sarà quella degli infermieri che provano a bloccarlo per mettergli la camicia di forza?

Dal Nazareno alla Trota salmonata

di Ottavio Cappellani

La minoranza del Pd ha tenuto un incontro segretissimo nella sede dell’associazione troticoltori trentini. Gad Lerner voleva fare uno special di Fischia il vento ma non è riuscito a spiegare al tassista dove voleva andare. Dato che sia la Rai che Fininvest parteggiano per il patto del Nazareno, la minoranza del Pd ha dato a noi di Candido ...

Lo scrittore Erri De Luca in tribunale per “istigazione a delinquere” per aver pronunciato e pubblicato su alcuni organi di stampa una frase in difesa dei sabotaggi ai cantieri dell’alta velocità. Si tratta evidentemente di uno dei tanti, proverbiali, controsensi italici: per una volta che De Luca non scrive una cosa soporifera lo vanno a processare...

Integralismi religiosi: l’Europa porge l’altra guancia

di Alessio Di Mauro

“Je suis Charlie”, dice in questi giorni l’Occidente con gli occhi lucidi e la matita in mano. “Mais aussi non” (traduzione letterale del più familiare “ma anche no”), aggiungiamo noi che la matita in mano e gli occhi lucidi li portiamo da una vita. Occhi lucidi di rabbia per esserci trovati troppe volte soli con le nostre vignette ...

Je suis Dieudonné

di Francesco Borgonovo

C’era la gara, tutti a esporre il cartello. E infatti quei geniacci dei francesi hanno subito sbertucciato la moda. Sulla copertina del primo numero di Charlie Hebdo dopo l’attentato che ne ha decimato la redazione campeggia il Profeta Maometto con un cartello che dice: “Je suis Charlie Hebdo”. Titolo: “Tutto è perdonato”. Era l’unica copertina possibile. “Meglio morire ...

Il fascio-training di Matteo Salvini

di Ottavio Cappellani

Fa le mosse, Matteo Salvini (che ha invitato noi di Candido a testimoniare il suo periodo di allenamento a CasaPound, che gli ha gentilmente messo a disposizione un coach di itaglianità e patria). Passo (dell’oca) obbligato prima del lancio della Lega dei Popoli, che metterà insieme Padania e Caltanissetta, Po e Simeto. SALVINI (mento in fuori, mani ...

E’ passato già un bel po’ dalla famosa cena di Arcore tra Silvio, la Pascale e Vladimir Luxuria, eppure il dibattito sulle coppie omosessuali continua senza sosta. Dopo il presidente del Consiglio Matteo Renzi ora anche Silvio Berlusconi si dice - a sorpresa - favorevole al modello tedesco. Sembra incredibile, ma questi di Berlino, per ...

L’ultimo travestimento a Villa San Martino

di Francesco Borgonovo

Silvio Berlusconi, a quanto pare, ha cambiato sponda. Un tempo sosteneva che era meglio essere uno sciupafemmine piuttosto che un omosessuale. Ora invece - per una strana forma di contrappasso - invita a cena Vladimir Luxuria più spesso di Vladimir Putin. Se ci pensate, questa storia di Luxuria ha dell’incredibile. Intanto, si tratta della prima ...

“L’altra sponda” del liberismo

di Federico Zamboni

Quasi 80 anni, ma SuperSilvio (ovviamente Berlusconi: c’è da dirlo?) non smette di sorprendere. Nel 2001 ci furono i “mitici” slogan elettorali sui manifesti, anzi sui manifestoni, che recitavano di volta in volta “Un presidente operaio per cambiare l’Italia”, “Un presidente imprenditore per realizzare le grandi opere”, “Un imprenditore innovatore per ammodernare lo Stato” e ...

Polemiche sulla lettera dell’Unione Europea: Da Bruxelles, in estrema sintesi, ci fanno capire che dobbiamo sborsare altri due miliardi. Il premier Renzi pare che sia arrabbiatissimo e da quanto ci risulta si sarebbe lasciato andare ad uno sfogo in presenza dei suoi fedelissimi: “All’anima della lettera! Quando compravo le vocali alla Ruota della Fortuna non ...

Il mancato compromesso dell’ometto

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori, pur se l’argomento, inevitabilmente, vi parrà pesante, il vostro ometto ha deciso di riflettere sul Sinodo straordinario convocato da Papa Francesco per parlare di famiglia all’interno della Chiesa cattolica. Alla vigilia del cammino sinodale dei vescovi, tutti avrebbero giurato su un nuovo atteggiamento della Chiesa a proposito, non solo della “comunione ai divorziati”, ma ...

Il coraggio di Rocchi

di Ottavio Cappellani

Povero Rocchi, ce l’hanno tutti con Rocchi, l’arbitro contestato per le sue decisioni durante la partita Juventus-Roma. A noi del Nuovo Candido è sembrato un uomo coraggioso e sfrontato nei confronti del potere, un rivoluzionario quasi, per questo lo abbiamo contattato. Candido: Pronto? Arbitro Rocchi? Rocchi: Sì pronto, chi parla? Candido: Siamo un giornale, il Candido. Rocchi: Un giornale di ...

La sinistra flessibile

di Federico Zamboni

Licenziare è di sinistra»: il titolo campeggiava sull’Huffington Post, che del resto ha come direttrice Lucia Annunziata, ex estremista “comunista” e ora nel comitato esecutivo dell’Aspen Institute Italia (che a onta del nome “Aspen” non è un’associazione di amanti delle Montagne Rocciose). Il virgolettato è la sintesi di quanto ha detto il sindaco di Roma, Ignazio ...

L’attore Stephen Collins è recentemente finito sotto inchiesta perché ha ammesso di aver molestato alcune bambine. Collins è lo stesso attore che negli anni Novanta intepretava il reverendo Eric Camden nella popolare serie tv Settimo cielo. Ora, va bene la storia dei preti pedofili, ma questo deve averla presa un po’ troppo sul serio.  

Il Circo Massimo

di Alessio Di Mauro

Se da qualche anno il tasso di comicità contenuto nel dibattito politico ha toccato livelli vertiginosi è tutto merito di Pippo Baudo. Non c’è dubbio, infatti, che lo sconfinamento definitivo delle cronache del Palazzo nel puro cabaret abbia coinciso con la discesa in campo politico di un giullare professionista del calibro di Beppe Grillo, grande ...

Renzi chiama il babbo indagato

di Ottavio Cappellani

Anche Renzi sbaglia. Spiace essere in possesso di una registrazione audio/video, mandato per sbaglio da Maria Elena Boschi sul Cloud mentre stavano riprendendo una corsa di minipony sul tavolo delle riunioni di Palazzo Chigi. Mentre Applejack sta per vincere su Rainbow Dash ecco che squilla il telefono. Boschi: - Pronto? Stiamo lavorando. Tutto quello che fa ...

L’ufficio di collocamento chiamato Tsipras

di Francesco Borgonovo

Voglio iscrivermi alla Lista Tsipras. Dirò di più: se avessi saputo prima come sarebbero andate a finire le cose, mi sarei iscritto subito. Anzi, sarei stato io a proporre di esportarla in Italia. A quest’ora, probabilmente, sarei al Parlamento europeo, con un bello stipendio intorno ai diecimila euro al mese. Sarò sincero: non me ne ...

L’Ebola ruba il lavoro agli onesti virus italiani

di Francesco Borgonovo

L’Ebola ruba il lavoro agli onesti virus italiani È venuto il momento di dire basta. Di opporsi a questo odiosa invasione. Dobbiamo liberarci del politicamente corretto e opporci una volta per tutte all’ondata di immigrazione che sta colpendo questo Paese, riducendolo sul lastrico. Non credete che abbia ragione? Allora vi faccio subito un esempio. Prendete il ...

Sarà Il capitale umano di Paolo Virzì a rappresentare l’Italia all’Oscar. Dopo La Grande Bellezza, il film che mette in scena lo schifo di Roma, ecco la pellicola che fa a pezzi la Brianza. Seguiranno: il film che denigra la Toscana, quello che irride il Trentino e quello che sputa sulla Sardegna. Infine, sarà candidato ...

L’estetica della sconfitta

di Alessio Di Mauro

Sarà colpa di quel rigurgito di socialismo nazionale che affligge noi candidi legionari della risata, ma l’idea di una restrizione delle tutele dei lavoratori ci è sempre andata piuttosto di traverso. Si tratta di una malattia endemica e dal sapore decisamente vintage. Un po’ come il vaiolo o una di quelle robe che affondano le ...

Una battaglia di civiltà: Deselfiezzare il premier

di Francesco Borgonovo

Ah, la confusione fra vita pubblica e privata. In questi anni sono stati versati fiumi di inchiostro sull’argomento, i più pregevoli editorialisti si sono cimentati sul tema. Tutti a dire che, certo, la privacy - all’inglese che fa più figo - non si tocca, per l’amor di Dio. Ma poi ecco che scodellavano sui loro ...

Un omo vitruviano per il 2015

di Federico Zamboni

Mannaggia e poi di nuovo mannaggia. Quelli di Expo 2015 continuano ad accumulare errori su errori, dai lavori in ritardo ai pagamenti… in anticipo, e ora sono incappati pure in questo: non hanno coinvolto in alcun modo le associazioni omosessuali. Il che ha fatto insorgere - come dargli torto? - il presidente dell’Arcigay, Flavio Romani. Ospite ...

Strepitoso titolo dell’Huffington Post: “‘Non fate scappare i russi’. L’urlo di Forte dei Marmi”. E qui sinceramente ci stupiamo. Non dei versiliesi, costretti ad arrangiarsi per campare. Ma degli amici russi. Per quale motivo Putin si ostina a perder tempo in Ucraina? Mandasse due carri armati a Viareggio. Non gli opporrebbe resistenza nessuno, e Umberto ...

La ribellione dell’ometto

di Egidio Bandini

Ebbene, sì, cari Candidolettori, ogni tanto anche il vostro ometto si ribella e, benché rimanga un ometto, ce la mette tutta per tentare di farsi rispettare. Il nostro beneamato Governo sta spalmando l’Italia di cosiddetti “richiedenti asilo”: immigrati a centinaia che, ormai, vista l’impossibilità di trattenerli nei centri d’accoglienza ormai al collasso, debbono essere recapitati ...

Rinvia col vento

di Alessio Di Mauro

Sembra che più di qualcuno tra gli astanti e gli addetti ai lavori dell’ultimo Festival del Cinema di Venezia abbia sentito distintamente una battuta caustica di un misterioso personaggio che, riferendosi a Saverio Costanzo (il regista nato con la camicia, quella coi baffi naturalmente), si sarebbe lasciato scappare qualcosa del tipo: “questo qui sarà pure ...

Imbarazzi europei

di Ottavio Cappellani

Federica Mogherini, ministro degli Affari Esteri candidata da Renzi a Capo della Diplomazia Ue, si presenta all’appuntamento con Il Candido sfoggiando un paio di baffi bianchi alla Antonio Razzi. Candido: Ministro, perché questi baffi? Mogherini: Baffi? Quali baffi? Candido: Parliamo della candidatura a Capo della Diplomazia Ue. Mogherini: Innanzitutto volevo farvi i miei complimenti. Ho letto il vostro libro ...

Ferie d’Agosto

di Alessio Di Mauro

Nel nostro Paese non c’era bisogno di aspettare agosto per assistere alla “vacanza” della politica. Analizzando l’etimologia del termine scopriamo che questa parola magica deriva dal latino “vacantia”: plurale di “vacans”, participio presente di “vacare”, che sta per “essere vuoto”, “privo di titolare”. Insomma, confortati anche dalla lingua dei padri, possiamo asserire con tutta tranquillità ...

Marco Travaglio scrive sul Fatto Quotidiano: “Noi, al contrario di ciò che si legge in giro, non abbiamo mai affermato con certezza che l’assoluzione di Berlusconi derivi dalla legge Severino”. Peccato che il giorno prima, nel suo editoriale di prima pagina sul medesimo giornale, avesse scritto: “Cambiata la legge (Severino, nda), salvato il Caimano”. Che ...

Il putto del Nazareno

di Alessio Di Mauro

Come diceva Nanni Moretti, il campione indiscusso di quella spocchia antiplebea tipica della sinistra radical chic, “le parole sono importanti”. E se è vero che “chi parla male, pensa male e vive male”, non osiamo immaginare quale inferno si celi nella testa di Matteo Renzi. Ma soprattutto quanto grama debba essere diventata la sua esistenza ...

Imbarazzi europei: Parla la Mogherini

di Ottavio Cappellani

Federica Mogherini, ministro degli Affari Esteri candidata da Renzi a Capo della Diplomazia Ue, si presenta all’appuntamento con Il Candido sfoggiando un paio di baffi bianchi alla Antonio Razzi. Candido: Ministro, perché questi baffi? Mogherini: Baffi? Quali baffi? Candido: Parliamo della candidatura a Capo della Diplomazia Ue. Mogherini: Innanzitutto volevo farvi i miei complimenti. Ho letto il vostro libro ...

Marco Travaglio scrive sul Fatto Quotidiano: “Noi, al contrario di ciò che si legge in giro, non abbiamo mai affermato con certezza che l’assoluzione di Berlusconi derivi dalla legge Severino”. Peccato che il giorno prima, nel suo editoriale di prima pagina sul medesimo giornale, avesse scritto: “Cambiata la legge (Severino, nda), salvato il Caimano”. Che ...

Ferie d’Agosto

di Alessio Di Mauro

Nel nostro Paese non c’era bisogno di aspettare agosto per assistere alla “vacanza” della politica. Analizzando l’etimologia del termine scopriamo che questa parola magica deriva dal latino “vacantia”: plurale di “vacans”, participio presente di “vacare”, che sta per “essere vuoto”, “privo di titolare”. Insomma, confortati anche dalla lingua dei padri, possiamo asserire con tutta tranquillità ...

The Vice – A caccia del Dx Factor

di Cristiano Boggi

Grande curiosità aleggia intorno all’evento dell’estate politica italiana su cui, però, non sono filtrate che poche indiscrezioni. Per ora l’unica cosa certa è che sono aperti i casting per selezionare i concorrenti del talent show che incoronerà la nuova guida del centro destra. Pare che siano migliaia i giovani e meno giovani incolonnati alle audizioni, ...

Il dubbio dell’ometto

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori, che in Italia vada tutto bene, c’è chi ce lo ripete da mesi, al punto che qualcuno rischia di crederci per davvero. Invece non è che il nostro Bel Paese sia tutto rose e fiori: il Governo è alle prese con le “fronde” di maggioranza e opposizione ma, nel frattempo, continua implacabile a ...

Dice il ministro Pier Carlo Padoan che “siamo sulla stessa linea del governo tedesco”. E fin lì potrebbe anche starci. Poi aggiunge che dobbiamo a tutti costi “spingere per fare le riforme”. Quindi ci informa che dobbiamo “usare meglio la flessibilità”. Ecco, è a questo punto che un terribile e amletico dubbio ci assale: non ...

Itaca cambia verso

di Alessio Di Mauro

Che nessuno provi mai più ad associare immagini volgari come quella del rottamatore o, peggio ancora, quella di Fonzie al nostro presidente del Consiglio. La collocazione ideale per un personaggio del calibro di Matteo Renzi dista anni luce dal Wisconsin di “Happy Days” o da un truce “sfascio” di periferia e va ricercata piuttosto in ...

Mister Robocop

di RiPar

C’è questo video girato sul campo di calcio di Ciampino dove Fini in grisaglia s’alza da una panchina e con l’agilità di un robot va verso un gruppo di giovani calciatori con il pallone in mano invitandoli a cominciare la loro partita e tirare un rigore. è così che l’ex leader di An annuncia all’Italia ...

Dice la Biancofiore di Forza Italia che Candy Candy ha contato molto nella formazione sentimentale delle donne della sua generazione: “Candy Candy ci descrive bene e rappresenta l’immagine del fallimento sentimentale di tante come me. Voglio dire che siamo ancora tutte lì ad aspettare Terence Granchester”. Possiamo comprendere la delusione e lo struggimento. Uno si ...

Le Chiapas del subcomandante Nichi

di Francesco Borgonovo

C’è uno “spettro” che si aggira per l’Italia. è quello di Nichi Vendola, con tanto di sibilanti e orecchino. L’unico uomo capace di guidare un partito di cui non riesce a pronunciare correttamente il nome (Sel, che diventa irrimediabilmente Fel). E questo, politicamente, è il suo unico merito. Per il resto, lo ringraziamo sentitamente di ...

I fachiri di Palazzo Chigi

di Alessio Di Mauro

Pizza, spaghetti e mandolino, ma d’ora in poi anche grande originalità e soprattutto coerenza. Se presto potremo aggiungere questi ultimi due elementi di valore al tradizionale trittico su cui si fonda lo stereotipo della gens italica, lo dobbiamo alle performance che da più di due anni le nostre istituzioni stanno offrendo sul palcoscenico internazionale della ...

Per una volta siamo d’accordo col Movimento Cinque Stelle. I grillini hanno presentato una proposta di legge contro la contraffazione agroalimentare. “La pasta venduta in Italia”, hanno scritto con una certa irritazione, “è prodotta per un terzo con grano saraceno”. Giusto, è inaccettabile che i saraceni, dopo averci discretamente rotto le scatole con le crociate, ...

Il ritorno dell’ometto

di Egidio Bandini

Cari Candidolettori… Come non ricordare il modo affettuoso con il quale Giovannino Guareschi si rivolgeva ai lettori di Candido, adesso che ci accingiamo a cominciare un’avventura nuova, con il giornale “monofoglio quadripagino” (così lo definiva Giovannino) che state leggendo e in cima porta lo stesso nome: Candido. Un’avventura da far tremare le vene ai polsi ...